SBIRT, per una prevenzione e diagnosi precoce dell’uso di droghe a supporto dei più giovani

 

 

Ft110807

 

 

Recenti studi in letteratura rivelano come negli Stati Uniti il 15% degli studenti delle scuole superiori che utilizzano sostanze stupefacenti o che abusano di bevande alcoliche sembra aver iniziato a 14 o 15 anni. Risulta quindi sempre più urgente implementare attività di prevenzione rispetto a tali problematiche.
Phoenix House è un’organizzazione noprofit indipendente americana impegnata a sostenere gli individui e le famiglie colpite da uso di sostanze stupefacenti e abuso alcolico anche attraverso progetti di prevenzione. Particolare successo è stato riscontrato dall’implementazione, in collaborazione con il Philadelphia Treatment Research Institute (TRI) e l’Università di Pennsylvania, del programma evidence-based di diagnosi precoce SBIRT (Screening, Brief Intervention, and Referral to Treatment) in due scuole pubbliche dello Stato di New York.
Obiettivo principale del programma è evitare che le persone possano sviluppare rilevanti problematiche correlate all’uso di droghe e all’abuso alcolico prima che avvenga il contatto con tali sostanze o appena vi sembra vi sia il sospetto che tale contatto possa essere avvenuto. Lo SBIRT si basa sull’integrazione di questionari di screening, interventi di counselling motivazionale ed educativo e di eventuali percorsi di trattamento. Nelle due scuole coinvolte tutti gli studenti sono stati testati rispetto all’uso di sostanze stupefacenti; quando necessario, sono stati inoltre proposti interventi brevi o intensivi in contesti ambulatoriali esterni alla scuola, a tutela della riservatezza dei giovani.
Il successo di SBIRT è multiforme, sottolineano i ricercatori. Da un lato consente di incidere direttamente sulla salute dei giovani promuovendo un cambiamento positivo, dall’altro l’obiettivo è la riduzione dei costi nelle spese sanitarie determinata dall’implementazione di efficaci strategie di prevenzione.